Puntatori laser e presentazioni

Utilizzate un puntatore laser durante le vostre presentazioni per evidenziare qualcosa sullo schermo di proiezione?

Potrebbe essere un numero particolare in una tabella o un punto o barra importante in un grafico.  Io ho un puntatore laser all’interno del mio telecomando per le presentazioni, un modello simile al nuovo Telecomando Wireless 33373 della Kensington, e “ogni tanto”  utilizzo il puntatore laser incorporato.

Se vi piace utilizzare un puntatore laser quando presentate, dovreste farlo con attenzione e seguire questi due consigli:

  • Limitate i movimenti al minimo indispensabile e disattivate il laser quando avete indicato l’oggetto sullo schermo. Ci sono relatori che insistono troppo nel girare il punto di luce intorno al dato che interessa e poi muovono il puntatore in giro per la slide pensando di aiutare l’uditorio a focalizzare l’attenzione sulle cose giuste, mentre in realtà fanno girare la testa a chi ascolta, stancano e causano distrazione. A volte si dimenticano di averlo acceso e puntano in giro per l’aula senza accorgersene, e il pubblico comincia a preoccuparsi.
  • Se la vostra mano trema troppo, forse perchè siete un po’ agitati, potrebbe essere meglio trovare metodi alternativi per evidenziare qualcosa sullo schermo:
  1. utilizzando frecce o colori diversi inseriti direttamente in PowerPoint
  2. ingrandendo il font per aumentarne la leggibilità
  3. separando le informazioni su più slide, ovvero costruendo una slide specifica per ogni punto da evidenziare

La stessa cosa può succedere durante un webcast con il puntatore del mouse. Cercate di limitare i movimenti quando state registrando o presentando dal vivo via internet. Anche in questo caso troppi movimenti del puntatore distraggono moltissimo l’attenzione.